FIN - C.R.Piemonte e Valle d'Aosta

SERIE A2 MASCHILE: LA REALE MUTUA TORINO 81 IREN VINCE CONTRO IL CROCERA STADIUM

PN  ·  Pubblicata il 04/12/2021

Alla piscina Crocera di Genova, la Reale Mutua Torino 81 Iren, trova la sua prima vittoria in trasferta contro il Crocera Stadium: la partita finisce 9-10.
A fine del match il tecnico Simone Aversa commenta: “Quelli di stasera sono tre punti preziosissimi, contro una squadra a zero punti dopo tre partite che aveva la bava alla bocca. Volevano questa vittoria, non meritano la classifica che hanno, recupereranno sicuramente. Per quanto ci riguarda, non possiamo che essere contenti, siamo stati in partita sin dall’inizio. Dobbiamo ancora migliorare molto nella fase difensiva, serve maggiore lucidità.
Per tanti ragazzi giovani queste sono le prime partite tirate-tiratissime, con la responsabilità di gestire la palla. Sono molto contento per i ragazzi, questa la archiviamo in fretta e continuiamo a lavorare. Ogni partita è una battaglia. Oggi, dopo Maffè, abbiamo perso pure Colombo e tutti hanno dovuto dare un pezzetto in più. Dobbiamo altresì gestire meglio alcune occasioni: dovevamo chiuderla prima, abbiamo avuto delle occasioni molto nitide che non abbiamo concretizzato. Però ci portiamo a casa il +3 e andiamo avanti!”.
 
CROCERA STADIUM – REALE MUTUA TORINO ’81 IREN 9-10 (3-3, 2-2, 3-4, 1-1)
 
CROCERA STADIUM: Graffigna, Federici, Pedrini 1, Siri, Repetto, E. Colombo 1, Ferrari, Damonte 1, Ieno, Cotella 5, Figini 1, Puccio, Chirico. All. Campanini.
REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Lisica 2, J. Colombo 2, Azzi, Scarpari, Oggero 1, Costa, Ermondi 1, Di Giacomo, Novara 2, Ligas, Cigolini 2, Costantini. All. Aversa.
Arbitri:Braghini e Giacchini
Note:Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Crocera Stadium 3/9 + un rigore e Reale Mutua Torino 3/11 + tre rigori. Graffigna (C) para un rigore a Lisica (T) nel primo tempo e a Colombo (T) nel secondo tempo. Espulso Colombo (T) per cattiva condotta nel terzo tempo. Espulso il tecnico Campanini (C) per proteste nel quarto tempo.
 
Foto di Edoardo Sismondi