Final Six, Recco e Brescia in finale scudetto. CN Posillipo al quinto posto

PALLANUOTO  ·  Pubblicata il 19/05/2017

Pro Recco e AN Brescia in finale scudetto, Sport Management e Canottieri Napoli in finale per il terzo posto e Circolo Nautico Posillipo quinto nella classifica del campionato di A1 e qualificata per l'Euro Cup 2017/2018. Sono questi i primi verdetti della seconda giornata della Final Six, iniziata oggi nel primo pomeriggio al Palazzo del Nuoto di Torino. La formazione partenopea ha sconfitto 10-9 la Rari Nantes Savona nel primo match del programma (parziali 2-3 3-0 1-2 4-4), quello che vedeva in campo le due “deluse” dei quarti di finale di ieri. A seguire i campioni in carica della Pro Recco hanno superato 20-6 la Canottieri Napoli (parziali 4-1 5-3 6-2 5-0), offrendo un'altra prova di forza e assicurandosi un posto nella finalissima di domani pomeriggio. Di lì a poco sono stati raggiunti dall'AN Brescia, a segno 9-5 contro lo Sport Management (parziali 1-3 3-0 2-1 3-1) in una sfida equilibrata nella prima metà.

 

RN Savona-CN Posillipo 9-10 (3-2 0-3 2-1 4-4)

A scattare meglio dai blocchi di partenza è la squadra ligure, che nel primo quarto sale sul 3-1 – doppietta di Bianco – dopo il gol iniziale avversario di Mattiello. Il Posillipo cresce difensivamente e con un parziale di 4-0 passa a condurre 5-3, firmando pareggio e sorpasso con Saccoia e chiudendo così la prima metà di gara. La Rari Nantes Savona accorcia le distanze nella terza frazione e acciuffa il pareggio con un tiro perfetto di Ravina in apertura di quarto periodo. Nuovo più 2 campano e nuovo pareggio, questa volta firmato Gounas, tra i più prolifici marcatori della regular season e ieri bloccato in panchina da un problema fisico. Nel finale il Posillipo trova il gol decisivo con Dervisis e a chiude la pratica con Marziali a 30 secondi dalla sirena. Inutile l'ultima rete ligure di Grosso, che fissa il risultato di una partita equilibrata e molto ruvida, con 14 superiorità numeriche per parte (3 sfruttate dal Savona, 7 dal Posillipo), 4 espulsioni per raggiunto limite di falli e 2 per proteste.

 

RN Savona: Antona, Colombo 1, Damonte 1, Conterno, L. Bia 2, Ravina 1, Grosso 1, Milakovic, G. Bia, Gounas 2, Piombo, Sadovyy 1, Missiroli. Coach. Angelini

CN Posillipo: Sudomlyak, Cuccovillo 1, Rossi, Foglio, Klikovac, Mattiello 1, Renzuto Iodice 1, Subotic 2, Vlachopoulos, Marziali 1, Dervisis 1, Saccoia 3, Negri. Coach. Occhiello

Arbitri: Paoletti, Severo

Note: usciti per limite di falli Foglio (P) a 6'35 del terzo tempo, G. Bianco (S) a 1'16, L. Bianco (S) a 2'26 e Milakovic (S) a 4'23 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Savona 3/14 e Posillipo 7/14. Espulsi per proteste Saccoia (P) a 5'15 e Mattiello (P) a 7'55 del quarto tempo. Ammonito per proteste il tecnico Occhiello (P) a 5'22 del terzo tempo. In porta Negri (P). Spettatori 200 circa

 

Pro Recco-CC Napoli 20-6 (4-1 5-3 6-2 5-0)

Nel secondo match del pomeriggio entrano in campo i campioni in carica della Pro Recco, chiamati a conquistarsi l'ennesima finale contro la Canottieri Napoli. Obiettivo raggiunto con una prova di forza, mai in discussione e conclusa con il punteggio di 20-6. Il primo gol ligure arriva dopo una quarantina di secondi e a segnarlo è Aicardi. Il raddoppio porta la firma di Figlioli, lanciato in controfuga in seguito a una palla persa dai campani. Campani che provano a scuotersi e accorciano in superiorità numerica con Maccioni, ma prima del termine del primo quarto si vedono passare altre due volte. Nelle tre successive frazioni la Pro Recco allunga inesorabilmente, mostrando la consueta superiorità tecnica e fisica. Il match scorre veloce e con poche interruzioni. Segnano tutti i giocatori della squadra a parte Bruni e Volarevic, chiamato a sostituire l'acciaccato Tempesti. Per la Canottieri si iscrivono al tabellino Giorgetti, autore di una tripletta, Maccioni, Velotto e Dolce.

 

Pro Recco: Tempesti, Bruni, Mandic 1, Figlioli 3, Fondelli 1, Di Somma 1, Sukno 2, Echenique Saglietti 3, Figari 2, Bodegas 1, Aicardi 3, Ivovic 3, Volarevic. Coach. Vujasinovic

CC Napoli: Rossa, Buonocore, Maccioni 1, Baviera, Giorgetti 3, Borrelli, Dolce 1, Campopiano, Gitto, Velotto 1, Baraldi, Esposito, Vassallo. Coach. Zizza

Arbitri: Taccini, Lo Dico

Note: nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Recco 2/5 + un rigore e Canottieri Napoli 3/5 + un rigore. In porta Volarevic (R) e Vassallo (N). Vassallo (N) para un rigore a Di Somma a 1'43 del quarto tempo. Spettatori 300 circa

 

AN Brescia-BPM Sport Management 9-5 (1-3 3-0 2-1 3-1)

La seconda semifinale tra Brescia e Sport Management si è rivelata più equilibrata della prima anche se, dopo il primo quarto e mezzo favorevole allo Sport Management, i vicecampioni d'Italia sono saliti in cattedra, hanno recuperato lo svantaggio iniziale e hanno allungato con autorità fino al 9-5 conclusivo. Avvio sonnolento per i finalisti delle ultime cinque stagioni, che dopo il gol iniziale di Nora ne subiscono tre consecutivi nella prima frazione. Al di là del parziale i ragazzi di coach Bovo appaiono un po' contratti e imprecisi, ma a poco a poco entrano in partita. Prima a livello difensivo, poi anche in attacco; tra secondo e terzo periodo arriva così un break di 5-0 che li porta sul 6-3 e rappresenta una seria ipoteca sulla finale di domani, ennesima “rivincita” contro la Pro Recco. Lo Sport Management prova a reagire ma si blocca contro il muro avversario, riuscendo a perforarlo soltanto due volte in tutta la ripresa, quando l'esito della sfida è ormai praticamente deciso. Negli ultimi minuti Brescia allunga fino al 9-4, prima di subire l'ultima rete avversaria. Da segnalare le doppiette di Nicholas Presciutti e Alessandro Nora, decisive nell'economia del match.

 

AN Brescia: Del Lungo, Guerrato 1, Presciutti, Randelovic, Paskovic 1, Manzi, Muslim 1, Nora 2, Presciutti 2, Bertoli, Ubovic 1, Napolitano 1, Morretti. Coach. Bovo

BPM Sport Management: Lazovic, Gallo, Gitto, Valentino, Blary, Petkovic 2, Luongo, Jelaca 1, Mirarchi 1, Bini 1, Razzi, Deserti, Viola. Coach. Baldineti

Arbitri: Riccitelli, Ceccarelli

Note: usciti per limite di falli N. Gitto (S) a 6'16 e N. Presciutti (B) a 7'05 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Brescia 5/12 e Sport Management 5/10. Espulso per proteste il tecnico Baldineti (S) a 6'02 del terzo tempo. Spettatori 500 circa

 

© Giorgio Perottino / DeepBlueMedia