SALVAMENTO AGONISTICO
 
LIFESAVING EUROPEAN CHAMPIONSHIP: I RISULTATI DELLA GIORNATA CONCLUSIVA
 
 
Cala il sipario dei XIV Europei Lifesaving Open e XXV Youth a Castellon de la Plana e nella Playa del Gurug¨, l’Italia porta il totale delle medaglie a quota 67. I piemontesi in gara, nell'ultima sessione di gare in mare, contribuiscono ad incrementare il medagliere di due unitÓ.
Vince il metallo pi¨ prezioso, nella prova di staffetta Oceanwoman Open, la formazione formata da Vittoria Borgnino (Nuotatori Canavesani), Paola Lanzilotti (RN Torino),Federica Volpini (GS Fiamme Oro) e Cornelia Rigatti (Amici Nuoto Riva). Nella stessa gara di staffetta ma nella categoria Youth, il quartetto azzurro formato da Maddalena Daraio (SA-FA 2000), Masha Giordano (Athena Sporting Club Bracciano), Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani) e Giulia Vetrano (CN Nichelino), si aggiudica la medaglia d’argento.
Sfortunata, ma comunque sorridente e soddisfatta dei propri risultati ottenuti in piscina e gare ocean, Francesca Cristetti (RN Torino) che si frattura il piede nella gara a frangente.
In chiusura di questa edizione dei campionati nella classifica generale Open l'Italia Ŕ seconda con 912 punti, davanti alla Germania con 861 e a 41 punti dalla Francia che vince con 953; nella classifica generale Youth gli azzurri sono terzi preceduti dalla Francia con 953 e la Spagna che totalizza 999 punti.
Al termine di queste gare il presidente della Sezione Salvamento della FIN Giorgio Quintavalle fa un bilancio dei risultati ottenuti. “Chiudiamo la prima manifestazione internazionale del periodo Post Covid19 con due posizioni prestigiose le quali ci restituiscono sensazioni dolci ed amare. Queste ultime legate alla consapevolezza che la prima posizione in Europa Ŕ oramai un gioco a quattro con Francia, Spagna e Germania e che senza un paio di infortuni pre partenza avremmo potuto giocarci fino all’ultimo punto il gradino pi¨ alto del podio. Le note positive giungono invece dal campo gara in mare ove si Ŕ potuta notare una crescita generale, con alcune medaglie di assoluto valore, che fa ben sperare per il futuro. La nostra forza sono e saranno sempre le SocietÓ Sportive e mai come in questo periodo va nuovamente a loro il nostro virtuale abbraccio per la condivisione dei successi ottenuti. Abbraccio che estendiamo anche al nostro Vincenzo Vittorioso, Presidente Onorario delle Sezione Salvamento, amico, storico maestro e primo tifoso delle nostre squadre nazionali". 
È quindi un sabato di festa che ripaga il lavoro e i sacrifici sostenuti in questi mesi segnati da pandemia e post pandemia e accresce fiducia e autostima in vista del prossimo, importantissimo, appuntamento mondiale, in programma a Riccione dal 23 settembre 2022. Proprio a Riccione, in occasione degli Europei 2019, l'Italia aveva stabilito il precedente record di medaglie (56) abbondantemente migliorato nelle acque del Mediterraneo.
 
Risultati completi disponibili a questo link

______________________
Pubblicata il 19/09/2021
Condividi sul tuo