SALVAMENTO AGONISTICO
 
LIFESAVING EUROPEAN CHAMPIONSHIP: I RISULTATI DELLA QUARTA GIORNATA
 
 
Si conclude la quarta giornata dei Campionati Europei di Nuoto per Salvamento, nuove soddisfazioni arrivano dalla Playa del Gurug¨ dopo la prima sessione di prove oceaniche. I piemontesi in gara stupiscono ancora aggiungendo altre 7 medaglie al totale.
Dopo tre giornate di gara in vasca dove il team Italia chiude al comando le classifiche per nazioni Open e Youth, il primo turno di prove oceaniche si rileva altrettanto proficuo per gli azzurri.
Nella prova Surf Race Open arriva subito il bronzo di Francesca Cristetti (RN Torino) seguita dal quarto posto di Paola Lanzillotti (RN Torino). Nella staffetta Ocean Lifesaver Open Mixed il team nazionale formato da Francesco Ippolito (Gorizia Nuoto), Andrea Niciarelli (GS Fiamme Oro), Vittoria Borgnino (Nuotatori Canavesani) e Cornelia Rigatti (Amici Nuoto Riva) sale sul secondo gradino del podio.
Nel Beach Sprint Youth Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani) si va ad aggiudicare la medaglia di bronzo. Nella prova di staffetta Sprint la formazione azzurra formata dalle atlete piemontesi Maddalena Daraio (SA-FA 2000), Elisa Dibellonia (CN Nichelino), Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani) e Giulia Vetrano (CN Nichelino) sale sul secondo gradino del podio. Nella Surf Race Youth femminile vince il metallo pi¨ prezioso l’Olimpionica di Tokyo Giulia Vetrano (CN Nichelino). Nella prova della Board Rescue Youth al femminile la coppia di atlete piemontesi formata da Maddalena Daraio (SA-FA 2000) e Elisa Dibellonia (CN Nichelino) va a vincere la medaglia di bronzo.
In conclusione di giornata, nella staffetta Ocean Lifesaver Youth Mixed, vince la medaglia di bronzo il quartetto azzurro composto da Simone Locchi (In Sport Rane Rosse), Andrea Rossi (Sportiva Sturla), Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani) e Maddalena Daraio (SA-FA 2000).
Nella giornata di ieri il presidente della Sezione Salvamento della Federnuoto Giorgio Quintavalle commentava: “Dopo tre giorni di competizioni in piscina l’Italia si conferma Paese leader nel salvamento in piscina nonostante si provenga da due anni terribili per tutti gli impianti natatori. Il merito di questo risultato, fortemente voluto e cercato dalla sezione Salvamento della FIN, va attribuito, oltre che allo staff tecnico azzurro e all'impegno dei nostri atleti, al titanico sforzo delle societÓ sportive, mai dome nel trovare soluzioni e nel creare nuove generazioni di lifesaver. E proprio di nuove generazioni si parla guardando le nostre rappresentative nazionali che da domani inizieranno le competizioni per noi pi¨ ostiche: quelle oceaniche". 
Nonostante siano prove difficili per gli azzurri quelle delle gare in mare, il team nazionale dopo la prima giornata si Ŕ dimostrato all’altezza, alzando ancora una volta il livello delle prestazioni.

Risultati completi disponibili a questo link


______________________
Pubblicata il 17/09/2021
Condividi sul tuo