FIN
 
IL NUOTO PIEMONTESE E NAZIONALE PIANGE LA SCOMPARSA DI EZIO DELLA SAVIA
 
 
Ci lascia una colonna storica del nuoto piemontese e nazionale: Ŕ mancato Ezio Della Savia, aveva 79 anni.  Nella sua carriera natatoria, l’atleta piemontese, ha preso parte a due rassegne olimpiche, ha gareggiato nei 100 stile libero a Roma nel 1960 e nei 200 dorso a Tokyo nel 1964.
GiÓ campione italiano dei 100 stile libero, era molto amico di Bruno Bianchi e Dino Rora, i compagni con il quale doveva prendere parte al meeting di Brema ma decise poi di rinunciarvi per una scelta tecnica e per una sorta di conforto universitario con l’amico triestino. Dopo il tragico incidente aereo aveva dichiarato “Bruno mi aveva detto che se non avesse concluso l’esame non sarebbe andato al meeting, ed invece poi and˛, noi tre eravamo legatissimi, grazie alla Fiat potevamo nuotare e studiare. È stata dura anche per noi sopravvissuti”.
Milita successivamente come allenatore nel Centro Nuoto Torino per poi trasferirsi a Trento e tornare a Torino in Sisport e Rari Nantes Torino, ricopre anche il ruolo di Tecnico Federale della Nazionale Italiana. Lasciato il cronometro inizia la carriera di dirigente, attualmente ricopriva l’incarico di Vice Presidente della Rari Nantes Torino.
Il funerale si terrÓ mercoledý 8 settembre alle ore 11.30 presso la Parrocchia Sant'Alfonso siuata in Via Netro, 3, 10143 Torino TO.
Alla famiglia giungano le condoglianze da parte del Comitato Regionale FIN Piemonte e Valle d'Aosta, del presidente Gianluca Albonico, dei vicepresidenti Luca Vergnano e Luca Longo, del presidente del GUG Piemonte Gianluca Fassino e di tutti i consiglieri.

______________________
Pubblicata il 06/09/2021
Condividi sul tuo