MASTER
 
Un titolo italiano e un terzo posto per il Vintage Team Torino 81
 
 

Continua la lunga serie di soddisfazioni tricolori del Vintage Team Torino 81, squadra che da parecchie stagioni torna dai Campionati Italiani Master di pallanuoto con una medaglia. Spesso d’oro, come accaduto nell’ultimo fine settimana a Ostia, dove la formazione piemontese ha conquistato il titolo nella categoria M50 aggiungendo il bronzo nella M60. Entrambe le squadre hanno affrontato quattro intensi giorni di partite. Gli M50 hanno perso 8-6 all’esordio contro il CUS Palermo, ma hanno poi proseguito la prima fase con la vittorie sull’AN Brescia (6-5). Seconda nel girone, la Torino 81 Vintage ha così affrontato Firenze agli ottavi di finale imponendosi con un netto 15-2. Ai quarti ha superato 7-3 il Napoli 2000 e in semifinale ha piegato 8-5 il Metanopoli Milano. In finale i gialloblu hanno nuovamente incontrato il CUS Palermo, prendendosi però una bella rivincita nel momento decisivo e aggiudicandosi il titolo italiano con il punteggio di 7-3. “Abbiamo approcciato la finale molto bene, salendo sul 3-0 nel primo quarto e 5-1 al cambio campo” commenta coach Bruno Bodrone, “per quanto riguarda il torneo in generale penso che la squadra sia cresciuta partita dopo partita, recuperando tutti i giocatori per la fase a eliminazione diretta e costruendo i propri successi in particolare sulla difesa. Questo ci ha permesso di condurre nel punteggio in tutte le partite (eccetto la prima) e di gestire il vantaggio nella seconda parte”. A completare la festa del team torinese capitanato da Bruno Gilli è stata l’assegnazione del premio di miglior giocatore del torneo a Luca La Cava.

 

Come detto, alla medaglia d’oro della formazione M50 si è aggiunta quella di bronzo degli M60. Nella prima fase i gialloblu hanno perso 5-4 contro la Roma e 8-6 contro Napoli e pareggiato 5-5 contro Civitavecchia, chiudendo però il girone davanti a quest’ultima grazie alla miglior differenza reti. In semifinale hanno così trovato la stessa Roma (seconda classificata), arrendendosi soltanto ai rigori dopo il 5-5 dei tempi regolamentari; e nella finale per il terzo posto hanno sconfitto 10-6 Civitavecchia. “Anche per la M60 si è visto un bel miglioramento nel corso del torneo” spiega Bruno Bodrone, in questo caso tecnico e giocatore, “non c’erano state molte possibilità di allenarsi insieme, ma sul momento abbiamo trovato un minimo di intesa in campo disputando prestazioni in crescendo”.

 

Per entrambe le compagini del Vintage Team Torino 81 si è trattato di una bellissima esperienza, a base di sport, amicizia, gruppo, impegno, sana competizione e divertimento. Gli elementi che hanno sempre caratterizzato la vita di tutti questi atleti, giocatori in gioventù - la maggior parte anche di alto livello - e oggi spinti dalla stessa passione di tanti anni fa. Lo “zoccolo duro” del gruppo è piemontese e ha accolto qualche elemento proveniente da altre regioni. Alcuni non hanno mai smesso di allenarsi (i campioni d’Italia M50 vanno in piscina 3 volte a settimana e nell’ultimo mese si sono ritrovati quasi tutti i giorni), altri hanno interrotto l’attività ma l’hanno poi ripresa, per amore della pallanuoto e per ritrovare gli amici di una vita. E per vivere trasferte indimenticabili come l’ultima.

 

Torino 81 Vintage M50 campione d'Italia: Gambuzzi, Tessiore, Pappalardo, La Cava, Hinek, Gilli (capitano), Barra, Nettuno, Bolzonetti, Longo, Marianelli, Caligaris, Bechis e Stanga. Il coach è Bodrone e il dirigente Rossi.

 

Torino 81 Vintage M60: Bodrone, Schenone, Macchia (capitano), Pellegrino, Lapi, Lanzafame, Pizzaia, Lanata, Duro, Cuomo, Ghibaudi, Russo, Azzaro e Ceresio.

 

Foto tratte dalla pagina Facebook della Torino 81


______________________
Pubblicata il 22/07/2019
Condividi sul tuo