NUOTO
 
Campionato Italiano Assoluto UnipolSai, Alessandro Fusco bronzo nei 200 rana. Emiliano Tomasi agli Eurojunior
 
 

I 200 rana portano medaglie e soddisfazioni ai nuotatori piemontesi impegnati nel Campionato Italiano Assoluto UnipolSai, che a Riccione ha vissuto la quarta e penultima giornata. La medaglia è di Alessandro Fusco (Swimming Club Alessandria), già argento assoluto in vasca corta a dicembre nella stessa distanza, oggi bronzo con il tempo di 2’13’’75 alle spalle di Luca Pizzini (Carabinieri/Fondazione Bentegodi, 2’10’’17) e di Edoardo Giorgetti (Fiamme Oro/CC Aniene, 2’10’’79). L’allievo di Gianluca Sacchi è transitato al quarto posto ai primi 50 metri, ma già prima di metà gara è salito in terza posizione, senza più abbandonarla. Non ha migliorato il personale, stabilito l’estate scorsa agli Europei Junior, ma ha ugualmente festeggiato una bellissima medaglia, nuotando decisamente più forte rispetto alla batteria del mattino. “Siamo soddisfatti per la medaglia anche se a inizio stagione ci eravamo prefissati un tempo migliore” spiega il tecnico alessandrino, “ma anche considerando che durante la preparazione Alessandro ha dovuto fare i conti con un problema medico crediamo che il risultato sia ottimo. Per la nostra società, inoltre, è la prima medaglia conquistata agli Assoluti di vasca lunga”.

 

L’altra “gioia piemontese” arrivata dai 200 rana è stata la qualificazione di Emiliano Tomasi ai Campionati Europei Junior, in programma a Kazan dal 3 al 7 luglio. Il nuotatore classe 2001 della Rari Nantes Torino, allenato da Fabrizio Miletto, è risultato il migliore tra gli atleti selezionabili grazie al raggiungimento della finale B (nessun altro Junior è entrato nelle finali A o B). 2’18’’40 il suo tempo, appena due centesimi superiore al personale stabilito ai Campionati Italiani di Categoria 2018. Emiliano, già protagonista ai recenti Criteria Nazionali Giovanili, ha poi chiuso la finale B al sesto posto in 2’18’’99, preceduto - tra gli altri - dai piemontesi Andrea Dellarole (Dynamic Sport) e Stefano Saladini (Centro Nuoto Torino), rispettivamente terzo e quarto in 2’18’’49 e 2’18’’77. Nella finale Junior hanno poi gareggiato Gabriele Giovanni Rizzo (Dynamic Sport), secondo in 2’20’’37, e Ludovico Viberti (Centro Nuoto Torino), terzo con il personale di 2’20’’49 (precedente 2’21’’27 in batteria e 2’23’’86 ai Campionati Italiani di Categoria 2018).

 

Il programma pomeridiano si è aperto con i 100 farfalla, gara che Emanuel Fava (Centro Nuoto Torino) ha concluso con il terzo posto della finale B in 53’’81. Un tempo di 11 centesimi inferiore al precedente record personale di 53’’92, stabilito ai Campionati Italiani di Categoria del 2017. Nella finale Junior della stessa distanza si è piazzato terzo Salvatore Papa (Rari Nantes Torino), che ha fermato il cronometro sul 54’’97. Ottima prova di Francesca Pasquino (Nuotatori Canavesani) nei 100 dorso, con il primo posto nella finale B condito dal record personale di 1’02’’21, sette decimi in meno rispetto al precedente nuotato nello scorso febbraio. Da segnalare la nona posizione di Francesca al termine delle batterie, a soli sette centesimi dall’ottava e - di conseguenza - dalla finale A. Nella finale Junior dei 100 dorso ha invece gareggiato Giada Gorlier (RN Torino), settima con il tempo di 1’04’’69. Spazio quindi ai 200 dorso, nei quali Erik Lora (Centro Nuoto Torino) ha chiuso al settimo posto migliorando nettamente il proprio record personale e portandolo a 2’03’’39; in mattinata aveva nuotato in 2’04’’12, già al di sotto del 2’05’’53 dei Campionati Italiani di Categoria del 2018.

 

Ben quattro atlete piemontesi si sono tuffate nel pomeriggio per le finali dei 200 farfalla. Nella più importante ha gareggiato Aurora Petronio (Fiamme Gialle/RN Torino), che come nella mezza distanza si è dovuta accontentare della quarta posizione (sui 100 aveva mancato il bronzo per un solo centesimo). 2’12’’30 la sua prestazione, di oltre due secondi migliore rispetto a quella della mattiinata. Cristina Caruso (CSR Granda) e Helena Biasibetti (Dynamic Sport) hanno invece nuotato nella finale B, rispettivamente quarta e sesta entrambe con il record personale di 2’14’’50 e 2’14’’66. Cristina ha migliorato di oltre un secondo il tempo dei Campionati Italiani di Categoria 2018, Helena ha tolto cinque centesimi al precedente limite risalente agli Assoluti di dodici mesi fa. Nella finale Junior ha infine gareggiato Beatrice Demasi (RN Torino), quinta con il personale di 2’18’’50 (precedente di 2’19’’43 alla Swim To dello scorso febbraio).

 

Dopo i 200 rana sono andate in scena le ultime prove di giornata a stile libero. Emma Virginia Menicucci (Sisport Spa) e Carola Valle (Dynamic Sport) hanno nuotato nella finale Giovani dei 50, rispettivamente in terza e sesta posizione con i tempi di 26’’20 e 26’’56. Nei 200 stile ha invece disputato la finale B Matteo Senor (Centro Nuoto Torino), quarto in 1’50’’ netto non lontano dal personale di 1’49’’52 che nel dicembre del 2016 gli aveva regalato il bronzo assoluto. Settimo nella finale Junior con il tempo di 1’53’’92 il compagno di squadra Luca Gabor Orlando, che già in mattinata aveva migliorato il proprio personale di 1’54’’65 stabilito alla recente Swim To. In chiusura di programma Erica Musso ha vinto il titolo italiano con la 4x200 stile libero delle Fiamme Oro, lanciata da Margherita Panziera e completata da Ilaria Cusinato e Stefania Pirozzi. 2’00’’98 la frazione lanciata di Erica, atleta ligure che da settembre si allena a Torino presso l’Aquatica.

 

Risultati completi a questo link


______________________
Pubblicata il 05/04/2019
Condividi sul tuo